domenica 12 aprile 2009

La veglia

Questo post avrei dovuto farlo ieri, ma proprio non ne ho avuto il tempo. Sto vivendo davvero un bel periodo, e qui rischio di cadere in terribili ripetizioni. Ieri era il suo compleanno, ma ho lasciato perdere le aspettative, qualche preoccupazione dell'ultimo minuto, ed ho cercato di godermi al massimo ogni momento con lei. E devo dire che ci sono riuscito, non sono mai stato così bene, per me è difficile credere di vivere momenti così sereni per la mia anima. Questi giorni di vacanza mi stanno regalando emozioni incredibili. Il Venerdì l'ho completamente dedicato alla mostra di De André a Genova: non ho davvero le parole per descrivere l'immensità di quell'uomo; oltre alla magnificenza di quelle cinque stanze, ero circondato da simpatia e voglio di stare bene. Al ritorno a casa c'era come al solito la malinconia ad aspettarmi, una sensazione negativa scaturita dalla nostalgia che avrei potuto avere di quella giornata; nonostante ciò, c'era anche lei con il suo affetto, per sconfiggere la tristezza, facendo prevalere il sorriso. Anche ieri una giornata davvero piena e frenetica, ma la stanchezza accumulata si è esaurita piano piano dalle 17 in poi. Cinema, un bacio, cena, un abbraccio, andata, musica e il tuo profumo, ritorno, pioggia, un bacio, un abbraccio e il tuo profumo. Questo spazio glielo tengo ancora nascosto, spero per poco. Anche il blog le fa gli auguri. Tanti auguri Marta. Buona domenica a chi passerà di qui oggi.

La veglia

E’ nato un soffio al cuore

Esso si accende con l’illuminarsi del suo volto

E in un giorno di Aprile irradia l’aria

Sconfiggendo le tenebre rintanate nella mia anima

 

Contorte sono le mani su quel violino

Fanno vibrare con dolcezza le sottili corde di cristallo

E nella notte di Luna piena c’è una fitta pioggia di fiori

Ma nessun profumo si piega alla fragranza della bambola di porcellana

 

Sulla volta celeste è steso un lungo velo di armonia

La sua anima dormiente è poggiata sopra miliardi di petali di girasoli

Ed un poeta la veglia ai suoi piedi

La notte è buia, ma non fa più paura

9 commenti:

Vale ha detto...

Sono contenta per te....

Miriam ha detto...

Miiiiiii, Ale! La serenità ti fa diventare terribilmente noioso... SCHEEEEERZO! Tu non hai nemmeno una vaga idea di quanto io sia felice per te in questo momento. Sul serio. Goditi TUTTO, ogni istante, ogni particolare inutile.
Waaaa, l'Amore. Lo adoro.
un bacio.
p.s. Fai un salto sul mio blog, se ti va! sbaciup!
MIIIIIri

Paolo ha detto...

Ciao e ancora buona Pasqua (visto che siamo ancor nell'ottava di pasqua). Questa sera nella consueta trasmissione parleremo di Icone (un tema un po' ostico ma affascinante). se vuoi lasciare un commento... Ciao e buona giornata!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Rischio di essere ripetitivo ma vivi tutto senza farti problemi o pensieri strani con estrema e totale naturalezza.

Aly ha detto...

Ke dirti Ale...^^ contentissima x te!

Fly ha detto...

Splendida poesia... l'innamoramento vagheggia lieve tra le parole... belle le immagini per nulla scontate...
Felice proseguimento...
Fly

GoodMorning RadiAzioni ha detto...

auguri di cuore ale...sono felice per te...

Buba ha detto...

è da un po' che non passavo da te.... sono contenta che tu stia vivendo un periodo della tua vita così particolarmente radioso.... goditelo tutto fino all'ultima goccia....

Anna ha detto...

Tanti auguri a tutti voi per il giorno della liberazione!!!