martedì 21 giugno 2011

Delirio


Delirio

Vola anima mia
Lontano da qui
Raccogli le mie lacrime in una cometa
e disperdile come pioggia nel vento

Liberati dalle catene arrugginite
Segui la scia della vita e
portami con te

Voglio essere libero
Tenere in mano le redini della passione
Estinguere questa follia con foglie profumate di seta
Addio solitudine, addio lupo solitario

Delirio onnipotente
Taglia con le tue lame questi vincoli
e riconcilia con le parole lo strappo

Prima o poi anche queste parole finiranno, finalmente
Sarà il momento del silenzio
Niente infamia, nessuna lode, nessuna pietà
Solamente pace

3 commenti:

Kylie ha detto...

La solitudine è sempre un pò dentro di noi.

Un abbraccio e buona giornata!

Maraptica ha detto...

Ogni tanto torni poeta :) Un saluto Ale

Darjo ha detto...

riecco il nostro poeta :)

ci rivediamo in agosto, ciao!