martedì 23 settembre 2008

Che inizio!

Ore 7:35 - Un urlo agghiacciante irrompe nella mia stanza immersa nelle tenebre, mentre c'è Gilmour che continua ancora a strimpellare la sua chitarra (ormai va avanti da quasi 4 ore). Inizio a sudare tremendamente, la frenesia corre al massimo con un solo pensiero in testa: "CAZZO, SONO IN RITARDO!!!". Penso ancora "Bella roba, arrivare in ritardo la seconda settimana di scuola, una specie di record. Nonostante tutto parto che sono le 7:48 e ancora "Dai, che se ho fortuna in 10 minuti sto in classe"; parto a manetta ma non ho fatto i conti con la bestia nera di ogni mattinata feriale: il TRAFFICO! Mai trovato un traffico così, sembra di essere incolonnati su un'autostrada, solo che non ci sono gli omini della Protezione Civile che distribuiscono bottigliette d'acqua. Dopo un'estenuante attesa, ecco che arrivo al parcheggio: "Dai, porca di quella miseria, ci sarà un posto libero, ecco, ecco, porca vacca che CULO! Tutti che girano e io ho trovato il posto!". Non l'avessi mai detto, appena scalo e inizio lentamente a girare il volante, ecco che mi appare quell'orribile mostriciattolo a 4 ruote che ha le dimensioni di un...di un...beh...non ho idea a cosa possa assomigliare, comunque se non si fosse capito era proprio nello spazio in cui volevo parcheggiare! I minuti passano, e alla fine opto per un parcheggio in una specie di doppia fila, sperando che qualche ausiliario incacchiato non arrivi col blocchetto delle multe. Arrivo finalmente in classe alle ore 8:04 e cosa scopro? Quel geniaccio di prof (è ironico) mi ha già messo assente, per quattro miseri minuti. Da qui nasce una derivante delle mie classiche discussioni con i prof (esistono tre precedenti: prof di italiano alle medie, prof di scienze alle superiori e prof di mate ancora alle superiori). Risultato: nota sul registro in cui vengono messe nella mia bocca parole mai pronunciate, e OBBLIGO di giustifica dal preside. Inutile ovviamente cercare di ragionare con quell'uomo (si sa, ha il coltello dalla parte del manico), e mi ha zittito semplicemente dicendomi di non fare il polemico. Così eccomi di ritorno nella mia fantastica classe (anche questo è ironico -_-) con l'obbligo di scusarmi con il prof. Dopo quest'esperienza ho iniziato a cercare di sbollire la rabbia che nel frattempo si era formata dentro me, fino a quando ha iniziato a piovere. A quel punto, mi è sorta una domanda a dir poco esistenziale a cui ancora adesso ci sto pensando: se piove, gli ausiliari del traffico, dove te la mettono la multa per divieto di sosta?

7 commenti:

VioletLostInTime ha detto...

Oh ma grazie lettore SCONOSCIUTISSIMO! Grazie. Il muro è crollato a quanto pare, io mi sono storta una caviglia, il mio ragazzo è del tutto assente e io sono in depressione post parto anche se non sono madre. Si insomma. sto da cani... E vabbè... Passerà vedrai.. MI MANCHI__
Baci.

PS: Bellissimo post. come sempre del resto love ^^

VioletLostInTime ha detto...

Ah comunque.. La multa? Ti spaccano il finestrino poi entrano dentro sporcando tutto con i loro stivaletti sudicissimi, ti distruggono la macchina e poi niente, te la lasciano li LINDA (ironico xD) e BELLISSIMA (IRONICOOO) attaccata al vetro dalla parte interna. LORO CI TENGONO ALL ORDINE :D

VioletLostInTime ha detto...

Ale... tu sei troppo ottimista O.O Ricordi che stai parlando con una specie di autolesionista che vuole morire? PRESENTEEE?? XD No scherzo.. Però non sono proprio il genere di persona "LOVE" "FIORELLINI" "I'M HAPPY AND I LOVE YOU" XD

VioletLostInTime ha detto...

BUONA NOTTE AMORE.VADO A LETTO. FINISCE COSì LA GIORNATA DI CAMILLA, COMINCIATA MALE E FINITA PEGGIO XD

Andrew ha detto...

bel post ale
secondo me quando piove non le fanno le multe!
cmq solo 4 minuti? un po pignolo il tuo prof!

Andrew ha detto...

ah buonanotte

Ale ha detto...

@cami: perchè credi che io sia così?

@andrew: in effetti anche io penso che non le facciano...però preferisco tenermi il dubbio che rischiare :D