lunedì 15 settembre 2008

Si ricomincia!

Proprio così! Fra poche ore si ricomincia con la solita vita da studente. Dopo aver superato i debiti, ecco che mi aspetta la quinta; e a tutta quella gente che mi chiede se quest'anno andrò meglio, dico semplicemente che non lo so. Dipende da me (poco ma sicuro), ma qualunque cosa succeda, spero che non mi venga detto che sono uno studente e che il mio unico dovere è andare bene a scuola. Come se ci fosse solo quello nella vita. Come se fosse facile quando hai milioni di altri problemi per la testa, e solo gli amici possono capirti. Non dico che la scuola non ha importanza, ma c'è anche una vita da vivere, e quando irrompe coi suoi problemi, lo studio può passare anche in secondo piano (se non all'ultimo come capitato pochi mesi fa). Lascio un'estate in cui ho completamente snobbato i miei "doveri" da studente, rischiando anche parecchio; gli ultimi mesi dell'ultimo anno sono stati distruttivi, rovinandomi persino il giorno del mio diciottesimo compleanno. Lascio un'estate ancora fatta di sogni e di quelle piccole illusioni che ti lasciano quell'amaro in corpo, impedendoti di vedere il sole anche in un ciel sereno; lascio un'estate in cui ho scoperto nuovi aspetti di amici, alcuni negativi e altri positivi. Per fortuna lascio l'estate con un bellissimo week-end (con patente) passato a ridere e a scherzare con i migliori amici, e spero che possa rendere meno crudo il ritorno fra i banchi.

Nell'ultima settimana ho sentito sempre il bisogno di dover riflettere, pensare. Pensare su qualcosa, qualcuno ma non arrivare a niente: una riflessione delle mie insomma; pensare fino ad addormentarsi. Quello che ho fatto negli ultimi giorni, è stato coricarmi la sera, prendere l'iPod...e pensare; avrei dovuto mettermi le cuffie e scegliere la canzone adatta a quel minuto, e invece no: mi ritrovo a sognare (e a regalarmi quelle famose piccole illusioni) fino ad addormentarmi nei miei pensieri. Fino ad essere così stanco da non arrivare a una conclusione, anche perchè una conclusione non può avercela un sogno, un desiderio; dubito che questa notte abbia qualche possibilità di sentire la chitarra di Gilmour senza aver prima pensato a qualcosa.


3 commenti:

Andrew ha detto...

buon inizio di anno scolastico ale

Il Rompiblog (Damiano) ha detto...

L'anno del diploma.... Ah che ricordi!!!! Oddio, dopo ero sempre sbronzo... però qualcosa dei mesi precedenti la ricordo bene.....



goditelo perché dopo so' ca...!!!!!!!

Ale ha detto...

@andrew: grazie ;)

@damiano: eheh...ci proverò ;)