giovedì 6 novembre 2008

Piccole speranze infrante

Assorto nei miei pensieri, mi appresto ad aprire la finestra per far entrare un po' di buona luce in questa stanza. C'è una bella giornata, la pioggia dei giorni scorsi è storia, con la complicità di un cielo azzurro con minuscole chiazze bianche. C'è un'aria fresca e primaverile, profumo di Marzo e una rondine che porta il succoso pasto ai loro piccoli. Sono appena uscito dalla doccia, e sento la brezza pomeridiana accarezzarmi la pelle come solo lei sa fare; uno sguardo al cielo, un respiro a pieni polmoni, finchè la mia attenzione viene catturata da un oggetto posto sulla scrivania: il mio cellulare. Due rapidi sussurri di vibrazione mi fanno intendere che il responsabile del mio distacco da quella realtà è un semplice SMS. Un messaggio. Sbollita immediatamente la rabbia e il nervoso, la mia mente si trasforma in un intenso centro di congressi per seghe mentali e pensieri oltreggiosi: c'è chi urla in silenzio e chi dorme in attesa del proprio turno. "Chi è che mi scrive?" domanda un pensiero illuminato di luce buia, zittito da un altro scorbutico che afferma "Sicuramente è la mamma che ti chiede con dolce furore di andare a fare la spesa!". Ecco, dal piano di sotto un altro parere urlare di non dimenticarsi le uova! Vengo colpito in maniera estremamente positiva da una riflessione che è seduta a gambe incrociate su un oasi. Ha i capelli lunghi e tiene sulle ginocchia una vecchia chitarra senza corde. Con fare dignitoso sposta le sue dita sulla manopola che regola le urla dell'amplificatore: improvvisamente scende quasi il silenzio, solo tanti giudizi che si agitano e spalancano le bocche con aria minacciosa, ma quello che emettono sono solo dei teneri sibili. Il saggio sta per parlare: "E' quella ragazza che ti piace tanto. Ti chiede di studiare insieme, facendoti capire con fare malizioso le sue vere intenzioni. Esci di qua e corri da lei!". In un niente mi ritrovo di nuovo nella mia stanza a fissare quel cellulare immobile. Sono passati solo pochi secondi da quando ho aperto la finestra ed ho ammirato una stagione nuova. Secondi pieni di speranza. "E se fosse veramente lei?" mi chiedo in continuazione. Ancora "Dio, sarebbe meraviglioso". Basta. Devo risponderle, deve capire che io vivo per lei, che è tutta la mia vita e non c'è attimo durante il giorno e la notte che non penso a lei. Afferro con decisione il giocattolo tecnologico, scrivendo con la mente la risposta a quel messaggio.

"Hai un nuovo messaggio". Grazie. Il batticuore sale e sembrano esserci metri infiniti tra il mio pollice e quel tasto.

"Visualizza".


Tutto il resto è nebbia. Ricordi confusi, il centro di congressi è devastato da cento guerre mentali. Ricordo vagamente il contenuto del messaggio: un noto operatore telefonico (non voglio rivelare il nome per evitare pubblicità, ma lascio due indizi: inizia per T e finisce per IM) mi dava notizia che un certo Mario di Lucca (mai conosciuto e mai sentito in vita mia) aveva vinto con grande fortuna una Fiat 500. Il messaggio mi invitava a partecipare a questo concorso per avere la possibilità anche io di vincere la carriola italiana.

Partendo dal presupposto che quell'auto mi dona momenti di defecation illustri, e che ho ricevuto questo tipo di messaggio per una settimana intera (compresa la domenica, quelli sì che hanno voglia di lavorare), mi rimane solo un dubbio.

Ma questo Mario di Lucca, cosa cazzo se ne fa di 7 Fiat 500?

10 commenti:

LAURA ha detto...

Anche a te arrivano questi messaggi??Io ne ricevo uno al giorno!! E vince sempre Mario di Lucca....ma quante Fiat 500 avrà ormai?

Matthew ha detto...

Io ho pure risposto: al terzo sms riguardante la "fortuna" sfacciata di 'sto Mario ho replicato: "Sticazzi". Sono consapevole che difficilmente qualcuno potrà averlo letto, però l'invio di fastidiosi sms è finalmente cessato...

tommi ha detto...

hehe... bella domanda!
un saluto,
tommi

Maraptica ha detto...

Non è che questa ragazza che tanto ti "distrae"...lavora per la (T...IM) e si spaccia per Mario di Lucca perchè non ha il coraggio di fare un passetto avanti?! ;)

Anna ha detto...

Non si può fare qualcosa per non ricevere queste SMS?
Io la penso come mariptica, dovresti fare un passetto avanti. È facile

Ale ha detto...

sarah...ti voto come commento dell'anno :D

Maraptica ha detto...

E che ho detto di così "speciale?" :* Un bacio

Niente Barriere ha detto...

per fortuna ho telefonia concorrente e sono meno rompi...
Quoto il commento di maraptica :D ma scusa una cosa: Se ti interessa tanto datti da fare!!!!!!!!!!!!
Altro che parlare al telefono...

Scusa la franchezza e se in qualche modo mi faccio gli affari tuoi.

Salutoni!

VioletLostInTime ha detto...

Mi sembrava, di aver commentato questo post. Comunque si. Hai ragione. Mario mi sta sul cazzo. Comunque mi sa che è giunto il momento di parlare.. :D
Mi manchi... (L)

Ale ha detto...

@sarah: beh...mi ha fatto straridere immaginare la scena :D

@niente barriere: ottimo consiglio..e non ti preoccupare per la franchezza ;)

@violet: e parliamone allora :D