lunedì 8 dicembre 2008

Serate, amici e birra

Queste son le serate che fanno bene. Quelle che ci vogliono . Queste sono le serate che nutrono l'anima e il corpo di serenità. Era da tanto tempo che non ne vivevo; ora proseguiamo questo momento. Sabato sera. Partire per Cassinasco e accorgersi dopo 30 chilometri di aver dimenticato una persona, qualche problema? Certo che no: si ritorna indietro, tanto guida Fra. I presupposti per una serata esplosiva ci sono tutti, sempre con il fedele Garmin, altalenando una fredda olandese alla focosa spagnola. Possiamo partire? No, no. Aspetta. Giulia ha perso un guanto. Solo uno? Già che c'era poteva perderli tutti e due per par condicio. Ma ormai è troppo tardi, si parte e si vola attraversando Neive e Canelli a bordo della super Grande Punto gassosa; tra partenze tamarre e finte strade, si arriva finalmente al Maltese (in Italia). Un po' di sciallo in macchina ascoltando la fedele Radio Maria ed aspettando che i Pezzi di culo (nome d'arte Pieces of ass, produzione altamente alcolica del Fuori Orario) facciano il loro effetto (tranquilli, non vanno ad agire nel deretano) e poi si decide di entrare. Liuk ed i suoi non hanno ancora suonato, e si approfitta del momento incolto con una bella partita a calcio balilla: IoSuperGigiBuffon insieme alla GiuliaRonaldinha, contro FraManolesta e LiukAbbattotuttoetuttiseosiprovocarmi. La partita però non ha termine a causa del tifo violento e di un'improvvisa pioggia di sana birra. Ora tocca a voi, dai LiukAbbattotuttoetuttiseosiprovocarmi, preparati e sfogati. La musica pulsa nel locale ed i pezzi scorrono veloci tra il filosofeggiare di Dario. C'è tempo anche per un bis e poi è ora di tornare alla base. Saluti, baci e abbracci e ci fiondiamo a scrostare la Grande Punto, che nel frattempo è diventata una ghiacciaia. E fu a quel punto che avvenne il fattaccio: GiuliaRonaldinha s'impossessa del volante e non lo molla più! Ci arrendiamo: sarà lei a condurci a casa  (o verso l'inferno?) trasformandosi in GiuliaVogliounavitaspericolatavogliounavitacomequelledeifilm. Non l'avesse mai fatto, l'indomabile guerriera fuori controllo riesce a sbagliare strada, riportandoci alla casa dolce casa con quasi un'ora di ritardo. Poteva andare meglio, cioè peggio. La serata è conclusa, con un ultimo pensiero a Lei, senza esagerare. Domenica sera. Cavalcando l'onda entusiasmante di 24 ore prima, Fra ed io optiamo per un'altra serata pittoresca. Ci uniamo agli istitutari e portiamo con noi anche Liuk. Destinazione: Le Baladin, birreria situata a Piozzo. L'andata è tranquilla, contornata da un LaBrie in forma smagliante. Arriviamo sani e salvi e prendiamo posto, divagano fiumi di birra e boccali di risate. La serata è elettrizzante tra cazzate e classiche sfide "chi regge di più?". Io e Ale2 sbaragliamo la concorrenza (eravamo solo noi due, ma non ditelo in giro), ogni bicchiere di birra potrebbe essere l'ultimo (per lui ovviamente). Passiamo indenni 3 bicchierate alla goccia, poi siamo costretti ad arrenderci: lo spillatore è finito. Si deve tornare presto, e così si riparte per casa. Il ritorno è gradevole e senza novità, con gli 8 gradi birreschi in circolo. Si arriva, ancora due chiacchere con Fra, e poi a casa dal letto che t'aspetta. Gli occhi si chiudono con la mente volta a bei propositi per la fine dell'anno. Finalmente.

7 commenti:

Anna ha detto...

Sto tremando di paura. Non potreste fare che uno di voi non berrebbe della birra per guidare?

Rupolez ha detto...

Purtroppo non uso Google Chrome. Perchè'

tommi ha detto...

condivido le sensazioni :)

Luk75 ha detto...

goditi la vita, Ale...

Aly ha detto...

Le serate così sn tra le migliori, concordo in pieno!!

alberto ha detto...

anchio ti ho aggiunto tra i miei blog link

Kylie ha detto...

Concordo con Anna, almeno uno potrebbe non bere.
I miei amici e amiche sono fortunati perchè io sono astemia e quindi guido sempre.
Un bacio